Nuove ordinanze di Regione e Comune in vigore dal 4 maggio

Nuove ordinanze di Regione e Comune in vigore dal 4 maggioSia Regione Lombardia, che  il Comune di Milano, hanno emesso delle ordinanze per adeguare quanto previsto dal Decreto Governativo alle esigenze del nostro territorio. Ve li riproponiamo in sintesi:

ORDINANZA DI REGIONE LOMBARDIA

stabilisce le riapertura di:

  • mercati all’aperto (ma solo per generi alimentari)
  • studi professionali,
  • cartolerie,
  • librerie,
  • negozi di fiori,
  • attività di toelettatura per gli animali.

Torneranno inoltre in piena funzione:

  • servizi bancari e assicurativi,
  • attività alberghiere,
  • attività per riparazione e vendita di computer, telefoni ed elettrodomestici,
  • negozi di articoli per illuminazione,
  • ferramenta,
  • negozi di vernici, materiale elettrico termoidraulico,
  •  negozi di apparecchiature fotografiche.

I distributori self service h24 di generi alimentari potranno vendere nuovamente di tutto e non solo acqua, latte e prodotti farmaceutici e parafarmaceutici.

Sarà possibile praticare attività fisica all’aperto, senza il limite dei 200 metri dalla propria abitazione.

Permane l’obbligo di coprirsi le vie respiratorie, con mascherina oppure con sciarpe, foulard o altri indumenti, anche all’aperto e non solo al chiuso in presenza di altre persone.

Testo completo.

ORDINANZA DEL COMUNE

prevede:

  • la sospensione di Area B e di Area C fino al 31 maggio 2020;
  • la proroga dei titoli autorizzativi della sosta libera, dei pass per le preferenziali, dei pass disabili, per entrare nelle ZTL e nelle aree pedonali, fino a 4 mesi dalla scadenza;
  • la riattivazione dei divieti di sosta, nei giorni stabiliti, presso gli stalli riservati ai mercati comunali scoperti (seguiranno provvedimenti specifici);
  • l’autorizzazione della sosta libera su tutto il territorio milanese, su strisce gialle e blu, fino al 31 maggio 2020;
  • la sospensione delle discipline che regolano i divieti di accesso e circolazione nelle ZTL e nelle corsie riservate al trasporto pubblico fino al 31 maggio 2020;
  • la deroga fino al 31 maggio 2020 del divieto di accesso e circolazione nelle aree pedonali per i veicoli utilizzati per fronteggiare la situazione emergenziale comprovando la necessità dello spostamento legato all’effettiva emergenza.
  • Come previsto dall’ultimo DPCM, dal 4 maggio riaprono i parchi cittadini.

È CONSENTITO:

  • camminare a un metro di distanza l’uno dall’altro;
  • correre a due metri di distanza;
  • sedersi sulle panchine mantenendo un metro di distanza.

NON È CONSENTITO:

  • creare assembramenti;
  • utilizzare le aree giochi;
  • utilizzare aree e attrezzi sportivi;
  • svolgere attività ludico-ricreative;
  • fare feste e picnic.

Testo completo.