Due atterraggi di fortuna a Fiumicino: Airbus assolta

Due atterraggi di fortuna a Fiumicino: Airbus assolta. Nel mondo, è accaduto tre volte soltanto. Due a Fiumicino. Due aerei modello A320, costruiti da Airbus, sono atterrati senza che uno dei due carrelli laterali si aprisse completamente. Due episodi risalenti al 2013 che avevano portato alla sbarra l’ingegnere capo di Airbus per l’ipotesi di disastro aviatorio. In entrambi i casi non ci sono stati né morti né feriti, perché l’aereo è progettato per affrontare anche eventualità come queste. Certo la casistica è stata incredibile: su milioni di ore di volo si sono verificati solo 3 malfunzionamenti del genere in tutto il mondo. E due a Fiumicino: un aereo della compagnia Wizz Air e uno di Alitalia. Al termine di un lungo dibattimento, conclusosi il 28 novembre 2019, l’ingegnere capo del progetto A320 di Airbus è stato assolto. Nella sua discussione l’avv. prof. Mario Zanchetti ha evidenziato che l’atterraggio senza un carrello estratto era avvenuto con perfetta conduzione e controllo da parte del pilota. Inoltre l’aereo è stato progettato per evitare eventi lesivi per i passeggeri in caso di malfunzionamenti. In breve, nelle due vicende non si poteva parlare di disastro perché l’atterraggio è stato compiuto senza che l’incolumità dei passeggeri fosse messa in pericolo. Non si è trattato dunque un aereo che è precipitato, ma solo di uno che è atterrato nonostante l’imprevisto. Inoltre, già dopo il primo caso di Fiumicino, Airbus aveva individuato una soluzione tecnica in grado di scongiurare il rarissimo malfunzionamento: soluzione immediatamente adottata da tutte le Compagnie che vedevano l’A320 nella propria flotta.