Bestetti (FI): vincolo blocca riqualificazione ex Istituto Marchiondi

Istituto Marchiondi

Togliere il vincolo monumentale per l’ex Istituto Marchiondi “per consentire finalmente la riqualificazione dell’area“. Lo chiede il presidente del Municipio 7, Marco Bestetti tornando a sollevare la lunga questione relativa all’edificio di via Noale, a Baggio, abbandonato da anni, in condizioni di degrado e su cui le giunte milanesi hanno più volte dichiarato di voler intervenire.

“L’edificio – continua Bestetti – è un esempio di architettura brutalista, progettato dall’architetto Vittoriano Viganò e per questo è stato ‘vincolato’ dalla Soprintendenza come bene monumentale. Anche il sindaco Sala, nelle scorse settimane, commentando il vincolo posto dal Mibac sul quartiere QT8 aveva citato proprio l’ex Marchiondi come un ‘caso’ in cui il vincolo bloccherebbe le possibilita’ di intervenire.

Bestetti, dopo un sopralluogo, ricorda che “da decenni l’ex Istituto Marchiondi è uno scheletro di cemento abbandonato alla periferia di Baggio. Una grande struttura impossibile da riqualificare per un assurdo vincolo imposto dalla Soprintendenza, che ne vuole tutelare l’arte brutalista. Questo vincolo, però, invece di tutelare l’edificio, ne sta tutelando il perenne degrado – sottolinea il presidente di Municipio che spiega di aver svolto un sopralluogo “per verificare le pessime condizioni della struttura e per chiedere al Comune di murare i varchi aperti lungo il suo perimetro, per evitare future occupazioni. Ma serve un passo in più. La Soprintendenza deve rimuovere il suo vincolo per consentire finalmente la riqualificazione dell’area, che il quartiere aspetta da troppo tempo. La burocrazia ha già fatto troppi danni. Tiriamo una linea e ripartiamo da zero. Sbagliare è umano, ma perseverare sarebbe diabolico”.