Ospedale Sacco assediato dai nomadi

ospedale sacco

“La situazione in via G.B. Grassi a Roserio davanti all’Ospedale Sacco continua ad essere preoccupante. L’arrivo, nei giorni scorsi, di due pulmini con una ventina di nomadi armati di materassi e arredi ha messo in allarme i residenti” denuncia Riccardo De Corato, Assessore alla sicurezza di Regione Lombardia. L’ex vicesindaco di Milano aggiunge inoltre di avere “inviato una lettera dove denunciavo al Comandante della Polizia Locale di Milano, al Questore e al Comandante dell’arma dei Carabinieri la situazione di degrado creata nello stabile ex Fiar di via Grassi” e di avere “informato personalmente il Prefetto della vicenda“.

I residenti sono esasperati dalle continue molestie da parte di queste persone – spiega De Corato –  e sono preoccupati dei continui falò che vengono appiccati all’interno dell’area. Non si sa cosa brucino, ma dall’interno della struttura si alzano spesso colonne di fumo e nuvole nere” con l’aggravante che “nell’area ci sono bombole di gas a ridosso dell’autostrada“.

Le autorità devono subito intervenire, – conclude De Corato – non è possibile tollerare quanto succede in via Grassi e non è pensabile stare a guardare il numero sempre maggiore di nomadi che occupano l’area con comportamenti che mettono in pericolo l’incolumità dei cittadini“.