Salvini e la panza sul New York Times

Salvini e la panza sul New York Times. Una vista a cui ormai siamo abituati dai telegiornali nazionali, ma che fa una certa impressione vedere stampata sulla stampa internazionale: a pagine due della prestigiosa edizione internazionale è infatti apparsa la pancia di Matteo Salvini. Letteralmente, The paunch. Un particolare messo in rilievo dalle parole del giornalista Jason Horowitz. Agli americani sembra sorprendere molto un ministro che governa dalla spiaggia. L’articolo descrive infatti con un certo stupore il modo disinvolto con cui Salvini sta impersonando la nuova fase della politica italiana: le risposte date ai giornalisti come “E’ il 3 di agosto”, come a significare di non rompere le scatole perché sono giorni di vacanza. O L’arcinoto episodio del cronista allontanato dagli agenti della scorta, mentre filmava il vicepremier Salvini e il figlio a bordo di una moto d’acqua della Polizia. O ancora l’inno d’Italia cantato dalla postazione del dj e tanti altri dettagli che hanno spinto il New York Times a dedicargli l’apertura di pagina due. Si può governare da uno stabilimento balneare? Si chiede il giornale. E la risposta la cerca proprio in Italia: nell’articolo infatti è stata sentita anche Daniela Santanchè, senatrice di Fratelli d’Italia che non ha perso tempo a giustificare il nuovo modo di intendere la politica rappresentato dal vicepremier ai bagni sull’Adriatico. “Anche io ho uno stabilimento” ha spiegato la senatrice, quindi non può certo schierarsi tra i critici. Anzi, nei giorni scorsi si è fatta vedere alla consolle del suo villaggio turistico il Twiga. E così appena si è visto il vicepremier dj è scattata subito una nuova moda dell’estate: la disco politica. Da cui forse spunterà fuori un nuovo modello di politico, o un nuovo governo.