Elezioni, intervistiamoli tutti

Intervistiamoli tutti. Abbiamo deciso di proporre una semplice intervista a tutti i candidati alle elezioni europee. Inizieremo così perché abbiamo visto una recente ricerca in cui si dipingeva una popolazione ignara dell’Europa: il 70 per cento dei milanesi non ha avuto contatti diretti con Bruxelles, spiega la ricerca. Un problema condiviso anche da molti altri italiani, ma a noi interessa soprattutto ciò che sta all’ombra della Madonnina. Per questo abbiamo deciso di offrire un’opportunità ai candidati che sotto quest’ombra chiedono i voti per ottenere un posto al sole nel parlamento europeo: cinque domande uguali per tutti, nessuna censura, nessuna misura. Ecco le domande:

1. Perché ha deciso di candidarsi?
2. Quali saranno i temi su cui intende concentrare la sua azione politica?
3. Cosa pensa del sovranismo?
4. Cosa le fa pensare di poter vincere?
5. Quale sarà la prima cosa che farà una volta eletto/a?
Chiunque è il benvenuto, la mail a cui mandarci le risposte e una vostra fotografia è [email protected] Speriamo che saranno in tanti a cogliere questa opportunità, ma finite le europee non ci fermeremo: le nostre interviste continueranno con gli eletti dal territorio. Un modo per avvicinare la politica alle persone e viceversa, perché riteniamo che dare un volto ai titoli che sentiamo nei telegiornali sia l’unica strada per essere meglio informati. E una persona meglio informata è in grado di valutare meglio a chi dare il proprio appoggio.