Laziali espongono striscione per Mussolini, le reazioni

Uno striscione con la scritta “Onore a Benito Mussolini Irr” è stato srotolato nel primo pomeriggio in corso Buenos Aires da alcune decine di neofascisti. Il blitz a poca distanza da piazzale Loreto e alla vigilia del 25 aprile, è durato pochi minuti e potrebbe essere riconducibile a gruppi ultrà della Lazio, in trasferta a Milano per la partita di Coppa Italia contro il Milan.

Immediate le reazioni al fatto da parte dei politici milanesi. Il primo a esprimersi è stato il Sindaco Sala che sulla sua  pagina Facebook ha scritto: “Anche cercando di non drammatizzare, non si può non capire che si stanno superando certi limiti. E che la denuncia di tutto ciò spetta soprattutto alla politica. A tutta la politica però. Milano è e resterà sempre una città profondamente antifascista“.

“La migliore risposta a questi signori”, ha invece dichiarato la segretaria metropolitana del PD, Silvia Roggianisarà il corteo di domani”, che ha poi chiamato in causa il Ministro degli Interni  “Dopo aver annunciato di disertare le celebrazioni del 25 Aprile, pretendiamo una presa di posizione da parte di questo Governo. Salvini, ministro degli Interni, condanni apertamente chi viola le leggi dello Stato“.

Vedo che circola la foto dello striscione dei fascisti in corso Buenos Aires su Mussolini. Domani, il 25 Aprile, Milano, ancora una volta, spazzerà via questa feccia” ha invece scritto su Facebook l’Assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino.

A condannare l’accaduto nel corso del pomeriggio si sono aggiunti anche l’ex Sindaco Giuliano Pisapia, l’ANPI, la consigliera del M5S Patrizia Bedori,  il Consigliere Regionale del M5S Massimo De Rosa, l’europarlamentare del PD  Patrizia Toia, e vari altri esponenti politici milanesi e non.