Progetto degli oratori contro bullismo e cyberbullismo

State attenti al bullismo”. Con queste parole papa Francesco si era rivolto ai giovani cresimati e cresimandi, allo stadio San Siro di Milano, ultima tappa della sua visita il 25 marzo 2017. Sollecitata dall’avvertimento del Papa, la Fondazione Oratori Milanesi ha elaborato la prima iniziativa formativa multimediale in ambito ecclesiale sul tema del bullismo e cyberbullismo, in collaborazione con Fondazione Carolina e con il sostegno tecnico di Fondazione Clerici.

L’innovativo progetto e la relativa piattaforma digitale “Oramiformo” rivolta agli operatori pastorali saranno presentati domani, alle ore 12, nel corso di una conferenza stampa in via San Calimero 12 a Milano (M3 Crocetta), sede dell’Archivio storico diocesano. Interverranno don Stefano Guidi, direttore della Fondazione Oratori Milanesi e responsabile del Servizio per l’oratorio e lo sport della Diocesi di Milano, e Ivano Zoppi, direttore generale della Fondazione Carolina.

Sarà presente Paolo Picchio, il padre di Carolina, la 14enne, prima vittima riconosciuta di cyberbullismo in Italia. Nell’occasione – comunica la Diocesi – sarà inoltre illustrata la campagna di sensibilizzazione all’uso responsabile delle nuove tecnologie, promossa negli oratori su scala nazionale in relazione alle prossime celebrazioni della Giornata mondiale per la Sicurezza in Rete, prevista per il 5 febbraio, istituita dalla Commissione europea e promossa in Italia dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito del programma Generazioni connesse.

Ogni giorno gli oratori accolgono milioni di ragazze e ragazzi, contribuendo al benessere e alla crescita delle nuove generazioni. Un servizio prezioso per le famiglie e per tutta la comunità; che in una società fluida, costantemente connessa, deve preoccuparsi anche del modo con cui gli strumenti digitali vengono utilizzati dai giovani.