Muggiano, ventenne arrestato per furti in appartamento

padre e figlio Piazza Gasparri cocaina tre rapinatori libico Upim carabiniere Carabinieri via edolo ubriaco

Dopo un lungo lavoro di indagine e confronto con precedenti casi di furti in abitazione, ieri i Carabinieri hanno arrestato a Muggiano un italiano 20 enne di origini sinti. L’uomo, residente con la famiglia in zona Muggiano, periferia ovest di Milano, è considerato responsabile di un furto in abitazione a Segrate e di due tentati furti risalenti al periodo di maggio e giugno 2017 e compiuti insieme ad alcuni complici.

In particolare, nel furto avvenuto a Segrate ai danni di una donna di 78 anni i ladri si erano appropriati di 20 monili d’oro, tra cui Rolex e brillanti, per un valore stimato di 50 mila euro. La tecnica utilizzata era quella del “finto carabiniere” e consisteva nell’avvicinare la vittima fuori casa e poi convincerla che nello stabile in cui la stessa abitava si stava verificando un furto. Una volta ottenuta la sua fiducia, anche grazie a oggetti falsificati come tesserino d’ordinanza e stemma sul cappello, trovati dagli inquirenti in una perquisizione effettuata nel febbraio 2018 a casa del 20enne arrestato, i complici svaligiavano l’appartamento. A permettere l’individuazione del sospettato, che si trovava agli arresti domiciliari per un arresto in flagranza durante un furto in abitazione del novembre 2018, sono state immagini video delle telecamere e descrizioni fatte da alcuni testimoni, che lo avevano descritto come “un uomo dalle gambe arcuate e dal passo molto riconoscibile” . L’uomo è stato condotto a San Vittore.