Rapinano negozio, ma dipendenti fanno scattare l’allarme, arrestati

arrestata resistenza rapinatori bancomat magrebini Poliziotto via san gregorio extracomunitari spacciatori distributore Ristoratore Viviani telefoni cellulari Approfittava delle due ore di permesso dai domiciliari concessegli dal giudice per organizzare ripetute truffe ai danni di ignari automobilisti. via Doberdò cadavere Contanti via Banfi rissa camerunensi contanti aggressione borseggiatore disabile accoltellamento domiciliari mazza stranieri stupefacenti cocaina allarme giubbotti incidente prostituzione spaccio pane latitante gambizzato picchia la madre Via Venini arrestato un sudanese gambiano senegalese dito camerunensi ticinese Matranga polizia arrestato lite

Sono entrati nel negozio Acqua e Sapone in via Ludovico di Breme verso le 19 di ieri e, armati di una pistola, scopertasi essere poi a salve, hanno minacciato la cassiera facendosi consegnare l’incasso da 2 mila euro.

I dipendenti del negozio, però, sono riusciti nel frattempo a far scattare l’allarme. E così, quando i rapinatori, due italiani di 32 e 33 anni a volto coperto, sono usciti per raggiungere il motociclo con cui darsi alla fuga, hanno trovato una volante della Polizia ad aspettarli. I due uomini sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso.