Presidio fisso a Rogoredo, ora Sala mette fretta - Osservatore Meneghino

Presidio fisso a Rogoredo, ora Sala mette fretta

In merito al oschetto di Rogoredo, grande piazza di spaccio alla periferia di Milano “penso che sia il momento di arrivare ad un presidio fisso: ringrazio le forze dell’ordine per il fatto che hanno intensificato il numero di missioni di controllo, pero’ credo che sia veramente il momento di pensare un presidio fisso, gestito dalle forze dell’ordine ma con la partecipazione” del Comune. Lo ha detto il Sindaco, Giuseppe Sala, interrogato dai cronisti questa mattina a margine di una cerimonia al Cimitero Monumentale.

Il presidio fisso “da quello che capisco è anche nelle intenzioni delle forze dell’ordine” ma “cerchiamo di lavorarci in fretta” ha esortato il primo cittadino. Solo così si potra’ trovare una “discontinuità“, rispetto ad una situazione di profondo degrado. L’obiettivo è puntare anche su un differente “racconto” del quartiere e su una differente “azione” e ancora”Va fatto su questi livelli, altrimenti sembra che l’unico tema sia controllare il boschetto“.

Rogoredo è tristemente nota per questo fatto, ma in realtà nell’area ci sono grandi investimenti immobiliari come quello di Santa Giulia e tanti uffici come quello di Sky – ha spiegato Sala – Se porteremo a casa le Olimpiadi, sarà un’area importantissima perchè ci sara’ il palazzetto“. “Quindi – ha concluso – penso alla Rogoredo-Santa Giulia olimpica e con sviluppi immobiliari e uffici, e alla Rogoredo dove la sicurezza deve diventare un elemento importante“.