Parco Nord, Pellegrini (Lega): "Dov'è la vigilanza?" - Osservatore Meneghino

Parco Nord, Pellegrini (Lega): “Dov’è la vigilanza?”

Parco Nord, Pellegrini (Lega): “Dov’è la vigilanza?”. Il consigliere del Municipio 9 ha infatti deciso di prendere carta e penna e scrivere all’ente di gestione dell’area verde per chiedere una maggior attenzione, specialmente per le frequenti segnalazioni di assembramenti:

Egregio Presidente del Parco Nord,
Le scrivo in merito alla questione relativa al divieto di assembramento ed alle restrizioni imposte
dall’attuale normativa anti Covid 19 finalizzata al contenimento dei contagi.
Ieri pomeriggio (1′ novembre), mentre passeggiavo nei pressi del Parco Nord, sono stato fermato da vari
frequentatori del Parco, i quali, in considerazione del mio ruolo istituzionale di amministratore locale, mi
hanno fatto notare che nell’area verde di Viale Berbera/Via Arezzo un nutrito gruppo di persone stava
giocando a pallavolo e, come da foto allegata, di fatto dava luogo ad un pericoloso assembramento.
Come di consueto ho scattato delle foto e le ho inviate alla Sua attenzione e a quella del Sig. Cappelloni, il
quale tuttavia mi riferiva nell’immediato che non era possibile intervenire, in quanto nessuna GEV era in
servizio ieri. Informato di ciò, chiedevo quindi allo stesso Cappelloni di segnalare immediatamente la
situazione alla PL.
Anche il sottoscritto provvedeva tramite messaggio ad informare direttamente un dirigente della Polizia
Locale affinché, portato a conoscenza della criticità da me accertata, potesse predisporre per le prossime
settimane degli interventi mirati.
Vicino al Parco è inoltre presente un impianto sportivo comunale, attualmente inattivo perché CHIUSO
causa disposizioni anti Covid, che molti bambini e ragazzi in osservanza ai vari DPCM dall’oggi al domani
sono stati obbligati a non frequentare più, trovandosi quindi nell’impossibilità di praticare il loro sport
preferito. Può immaginare quindi come è parso paradossale, soprattutto ad alcuni tra i segnalanti che erano
genitori di ragazzi iscritti all’ associazione sportiva operante nel plesso sportivo chiuso, vedere il campo
comunale deserto a causa del Covid, mentre invece a soli pochi metri il campo di basket del Parco e l’area
allestita ad improvvisato campo da pallavolo (con pali installati nel terreno) apparivano affollati da
numerosi ragazzi ed adulti senza il minimo rispetto del distanziamento sociale.
Unanime è stata domanda che mi sono sentito porre:
“Ma la vigilanza del Parco Nord dove è?”
Una prima risposta l’ho già avuta dal Sig. Cappelloni, ma vorrei riceverla anche da Lei, Presidente
Marzorati. Sono ben consapevole del grande e gravoso impegno che state affrontando, ma è doveroso e
altrettanto necessario porre rimedio a situazioni di questo tipo, che inducono tanti frequentatori del Parco
Nord a fare spiacevoli considerazioni.
Mi permetta infine un’ultima domanda: come Ente Parco Nord avete mai fatto presente alle Forze
dell’Ordine ed alla Polizia Locale che necessitate di un supporto per le attività di controllo e prevenzione
all’interno del Parco ? È infatti comprensibile che in un’area così vasta non sia possibile contrastare in
modo efficace criticità di ordine pubblico disponendo solo delle GEV, per quanto si tratti indubbiamente di
un Corpo attivo e valido.
La ringrazio per l’attenzione e rimango in attesa di un Suo cortese riscontro scritto.
Cordialità
Andrea Pellegrini
Consigliere di Municipio 9