A Greco Milanese l’immobiliare che trova case gratis per medici e infermieri

A Greco Milanese l’immobiliare che trova case gratis per medici e infermieri. Quella che si sta realizzando nel quartiere di Greco Milanese, una bella storia di solidarietà disinteressata. I ragazzi che con il loro impegno hanno reso la  Greco Immobili una delle società leader nel settore degli affitti e vendite immobiliari a Milano, da quando è iniziata “l’emergenza coronavirus”, hanno messo da parte gli utili e si stanno impegnando nella ricerca di alloggi gratuiti per il personale medico distaccato in città. Un’impresa non facile: molti proprietari di appartamenti, che arrotondavano le entrate mensili affittandoli a studenti, professori universitari  e turisti si sono trovati improvvisamente senza questa fonte di reddito, pur dovendo continuare a pagare tasse e a sostenere le spese di mantenimento e manutenzione. Una condizione che non li predispone alla beneficenza trovandosi in molti casi loro stessi in condizioni di bisogno. I componenti dello staff dell’Agenzia non si sono però dati per vinti, hanno preso in mano il telefono e, ognuno da casa propria, hanno cominciato a chiamare tutti i nominativi inseriti nel voluminoso database di clienti a loro disposizione, convinti che sarebbero riusciti a trovarne alcuni disposti a supportare gratuitamente lo sforzo del personale medico/infermieristico  venuto ad aiutare Milano e i milanesi in questo momento di difficoltà.

Un impegno premiato dal successo. Mercoledì scorso hanno consegnato il primo appartamento messo a disposizione da un loro generoso cliente e per dopodomani è prevista la consegna del secondo. Notizia che hanno annunciato senza troppa enfasi con un post sulla pagina Facebook dell’agenzia scrivendo “Oggi abbiamo consegnato il primo appartamento in Viale delle Rimembranze di Greco 39 ed è stato stupendo e commovente. Un grazie speciale al primo proprietario che ha aderito a questo progetto e al nostro staff che sta lavorando senza pause per riuscire entro settimana prossima a consegnare il secondo”.

L’obiettivo che si pongono è di arrivare ad almeno cinque case date gratuitamente a personale medico. Possono  sembrare poche, ma in tempi di sciacalli e speculatori è molto più di una goccia nell’oceano.