L’Associazione Evita Peron ricorda Norma Cossetto

Associazione Evita Peron ricorda Norma CossettoNella notte fra venerdì e sabato le militanti dell’associazione Evita Peron, il dipartimento femminile di Forza Nuova, con una breve ma sentita cerimonia, hanno reso omaggio alla memoria Norma Cossetto nei giardinetti che le sono stati dedicati nei pressi di viale Umbria. Data scelta perché fu proprio nella notte del 5 ottobre del ’43 che venne rinvenuto il corpo della giovane martire,  universitaria istriana, figlia di gerarca fascista, la cui unica colpa fu quella di amare la propria Patria e di non aver mai rinnegato conscia del fatto che sarebbe stata uccisa. E così fu, venne prelevata dai partigiani titini per sottoporla ad interrogatorio; il giorno successivo venne prelevata di nuovo senza fare più ritorno a casa: venne seviziata e violentata ripetutamente per giorni fino a quando, assieme ad altri civili, fu gettata viva in una foiba.

Per decenni la sua storia, come quella di tutti gli esuli friulani, fu tenuta nascosta come i ‘vincitori’ volevano; l’otto febbraio del 2005 l’allora Presidente della Repubblica insignì Norma Cossetto della Medaglia d’oro al merito civile. Ancora oggi la sua storia viene spesso volutamente dimenticata per insabbiare gli orrori perpetrati dai partigiani titini nei confronti degli italiani di Istria Fiume e Dalmazia, ancora oggi rinnegano gli orrori dell’epoca, ancora oggi gli studenti pongono la domanda “Prof, a che pagina le foibe?“.