Coronavirus, calano del 60% gli incassi dei ristoranti cinesi

Raccolta fondi per l'emergenza covid-19

Coronavirus, calano del 60% gli incassi dei ristoranti cinesiIn seguito alla psicosi da coronavirus il “calo di fatturato a Milano per i bar cinesi è del 20%, per la ristorazione va ancora peggio con un calo del 50-60% , mentre per i negozi e supermercati è del -40% circa e per l’abbigliamento del -35%“.

Sono i dati diffusi da Giovanni Mao, presidente della Italian Chinese Business Association, associazione che raduna gli imprenditori cinesi in Italia, nel corso dell’iniziativa ‘Il Tè dell’Amicizia’, promossa a Milano in un ristorante cinese per dire no alla psicosi che ha portato alcuni italiani a disertare la cucina cinese. All’iniziativa hanno preso parte esponenti di Regione Lombardia, con il vicepresidente Fabrizio Sala, di Forza Italia, con la capogruppo alla Camera Mariastella Gelmini e l’eurodeputato, Massimiliano Salini, e del Comune di Milano con il consigliere Franco D’Alfonso.

ANSA