Sequestrati ristoranti gestiti da cosche calabresi - Osservatore Meneghino

Sequestrati ristoranti gestiti da cosche calabresi

Sequestrati ristoranti gestiti da cosche calabresi Nordafricano rapina anziana Egiziano turco e moldavo tunisino arrestato per furto aggravato Egiziano ed Eritreo arrestati per tratta di esseri umani Marocchino minaccia moglie e figlia con l'acido, arrestato Lancia una molotov contro il fratello Algerino arrestato per rapina aggravata porto illegale d'arma truffatore seriale fingendo di essere uno spacciatore sorpreso da un bambino resistenza a pubblico ufficiale spinelli ai bambini Spacca una vetrina Picchiava la compagna Cingalese speronato una volante cingalesi via Noè marijuana sul balcone Guineiano e filippino droga in auto ferito pistola a salve Viale Papiniano pasticceria Onlus gioielleria kosovaro disabile Magrebino raggiunto e arrestato Nike “Un peruviano irregolare è stato arrestato ieri dalla polizia, in seguito a un controllo, dopo aver trascinato un agente aggrappato alla sua auto".  marijuana e hashish sierraleonese Quattro spacciatori Tre sudamericani Due maliani controllo domiciliare furto con destrezza ladro detenzione arrestata resistenza rapinatori bancomat magrebini Poliziotto via san gregorio extracomunitari spacciatori distributore Ristoratore Viviani telefoni cellulari Approfittava delle due ore di permesso dai domiciliari concessegli dal giudice per organizzare ripetute truffe ai danni di ignari automobilisti. via Doberdò cadavere Contanti via Banfi rissa camerunensi contanti aggressione borseggiatore disabile accoltellamento domiciliari mazza stranieri stupefacenti cocaina allarme giubbotti incidente prostituzione spaccio pane latitante gambizzato picchia la madre Via Venini arrestato un sudanese gambiano senegalese dito camerunensi ticinese Matranga polizia arrestato lite Matranga polizia 300 clandestinoLa polizia di Milano ha eseguito in Lombardia e in Piemonte un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di nove persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere e trasferimento fraudolento di valori.

Le indagini hanno fatto luce sugli interessi di soggetti contigui a cosche calabresi che reinvestivano denaro frutto di attività illecite, con immissione di grandi capitali nel circuito della grande ristorazione nel Nord Italia. Tra i sequestri, le quote societarie di alcuni ristoranti appartenenti alla nota catena di “giro-pizza” Tourlé, riferibili, in prima istanza, ad un noto pregiudicato contiguo alla criminalità organizzata calabrese. Le indagini spno state condotte dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Milano e, nella fase preventiva, dai poliziotti della Divisione Anticrimine milanese, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano.

ANSA