Il Municipio 4 vara lo smart dopo scuola

Il Municipio 4 vara lo smart dopo scuola. L’annuncio dell’iniziativa da 3000 euro promossa dalla giunta di centro destra punta a sostenere le famiglie anche se a distanza con un servizio rimodulato in base alle esigenze imposte dalla crisi Covid19. Ecco dunque che il Municipio 4 vara lo smart dopo scuola. “Vogliamo bambini promossi e Covid19 bocciato”. Con una battuta, il Presidente del Municipio 4 Paolo Guido Bassi, spiega due delibere recentemente approvate dalla Giunta che presiede. L’emergenza dettata dalla diffusione del Coronavirus e le relativi provvedimenti di distanziamento sociale, osserva Bassi, “stanno prolungando la chiusura delle scuole, dei centri aggregativi, dei luoghi di ritrovo, ricreazione, istruzione. Fra gli effetti collaterali, c’è il rischio di un aggravamento delle condizioni di emarginazione, isolamento e solitudine. Un pericolo ancora più concreto fra le realtà caratterizzate da fragilità o difficoltà economiche. Per questo motivo – afferma il Presidente – abbiamo pensato a investire sulla cultura e sui sostegni all’apprendimento, destinando un’attenzione particolare, alle famiglie, soprattutto a quelle con minori disabili o con disturbi di apprendimento”. “Con un primo documento elaborato insieme ai miei assessori alle Politiche Sociali Marco Rondini e alla Cultura Elisabetta Carattoni – spiega – abbiamo messo 2000 euro per promuovere due progetti tesi a mettere a diposizione delle famiglie in stato di necessità, a titolo gratuito, libri (narrativa, avventura, giochi educativi), materiale di cancelleria (pennarelli, matite, tempere, album da disegno, quaderni). L’arte e la cultura – affermano Bassi, Rondini e Carattoni – nelle loro svariate espressioni sono validi strumenti di crescita e sviluppo, capaci di avvicinare le persone, aprire la mente, arricchire lo spirito e, in questo momento di isolamento, possono essere validi strumenti, soprattutto per i bambini, per trovare nuovi stimoli ed energie positive”. Con un secondo documento, elaborato con il mio assessore ai Servizi educativi Laura Schiaffino, prosegue il Presidente Bassi, “abbiamo messo 3000 euro per finanziare attività di doposcuola per ragazzi dai 6 ai 17 anni”. “La prosecuzione dell’anno scolastico in modalità ‘smart’ – fanno presente Bassi e Schiaffino – non fa venire meno l’esigenza di un sostegno per chi ne ha bisogno, anzi, per alcuni soggetti è ancora più necessario. Con la nostra iniziativa – sostengono gli esponenti del Municipio 4 – vogliamo agevolare le famiglie in situazioni di disagio sociale ed economico, favorendo il reperimento di tale servizio a titolo gratuito o con una modesta quota di iscrizione, dando particolare attenzione all’avvio di progetti a favore di minori con disabilità certificata e disturbi specifici di apprendimento”