Mercatino delle pulci di viale Puglie, tre denunce per ricettazione -

Mercatino delle pulci di viale Puglie, tre denunce per ricettazione

Tre persone denunciate per ricettazione e sanzioni per 15.500 euro: è il bilancio definitivo dell’intervento interforze nel mercatino delle pulci di viale Puglie. Secondo quanti riferito dal Comune di Milano, sono stati sequestrati 17 strumenti utilizzati nei cantieri edili dal cui numero di serie si è riusciti a verificare la provenienza furtiva, 29 biciclette, tre delle quali elettriche di ingente valore, oltre ad alcuni cellulari. All’interno dell’area è stata trovata anche merce contraffatta e sono stati posti sotto sequestro anche tre banchi che mettevano in vendita articoli nuovi, soprattutto vestiario, attività non permessa in un mercatino delle pulci.

L’abusivismo commerciale viene contrastato con servizi mirati da parte della Polizia Locale – ha dichiarato la vicesindaco Anna Scavuzzo – ma questa attività di controllo ha bisogno di essere rafforzata per sradicare il fenomeno e far rispettare la Legge. Per questo si è deciso di intervenire, in accordo con la Prefettura, in maniera ancora più incisiva insieme alla Guardia di Finanza e alle altre forze dell’ordine. Questo è un nuovo tassello della più ampia strategia che l’amministrazione comunale ha messo in campo per risolvere il degrado e i problemi che insistono su quell’area“.

Finalmente, potremmo dire. Da anni i residenti della zona di viale Puglie lamentano la condizione insostenibile per chi vive a ridosso di un mercato dove ogni domenica sono presenti migliaia di venditori abusivi, che smerciano materiale prevalentemente rubato. Oggi, a seguito di controlli, sono stati sequestrati una quindicina di biciclette, diversi attrezzi da cantiere professionali in quanto risultati rubati e due bancarelle che vendevano abiti nuovi e non usati“. E’ stato il commento sull’azione dell’Assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, che ha aggiunto “Impiegati una cinquantina tra agenti della Polizia Locale e militari della Guardia di Finanza. Non più tardi di un mese fa davo notizia del mio personale sostegno alla raccolta firme avviata dal comitato cittadini Molise Calvairate per contrastare il commercio abusivo e illegale. Positivo che alcuni agenti siano rimasti sul posto per controllare la situazione. Dobbiamo risolvere la situazione di degrado e illegalità di un mercato che di fatto rende prigionieri i residenti” concludendo “auspichiamo anzitutto che i controlli proseguano anche in futuro, e non siano un episodio sporadico“.