Le scuole di Milano continuano a cascare a pezzi

Le scuole di Milano continuano a cascare a pezzi. L’ultimo caso, segnalato da Marianna Vazzana sul Giorno è la scuola di via Monterotondo a Niguarda. L’ennesimo controsoffitto precipitato a causa delle infiltrazioni d’acqua. Ennesimo, perché ogni volta che piove per più di un’ora le scuole comunali si allagano, o ne crollano parti. Una situazione talmente grave da costringere l’Amministrazione ad ammetterlo con il cambio di assessore. Da quando c’è Paolo Limonta però non pare che sia migliorato nulla. Intanto il centrodestra alza la voce, ecco il commento di Deborah Giovanati, assessore del Municipio 9: “Il Comune di Milano sapeva del rischio di lasciare irrisolte delle infiltrazioni e non ha mosso un dito per risolvere la situazione. Era già accaduto un anno prima. IL COMUNE DI MILANO NON SI INTERESSA DELLA SCUOLA DEI NOSTRI BAMBINI. A MILANO CON SALA CROLLANO I TETTI IN PERIFERIA. Il Comune di Milano era a conoscenza delle infiltrazioni avvenute nel mese dicembre, infatti le educatrici erano costrette a mettere i secchi sul pavimento. Nessun intervento e la scuola chiude per le vacanze natalizie. Piove e nevica (che novità straordinaria?!?). Durante la chiusura l’assessore Limonta non si è minimamente preoccupato di mandare i suoi tecnici (li gestisce lui, decide lui dove inviarli a fare i sopralluoghi ecc) per verificare quelle infiltrazioni d’acqua e magari risolvere il problema, i bambini sarebbero rientrati dopo pochi giorni. “Ci siamo insospettiti quando giovedì mattina, rientrando all’asilo, i commessi ci hanno invitato a non entrare dall’ingresso principale ma dal retro. Poi ci siamo accorti del motivo: una parte del controsoffitto era crollata nell’atrio. Noi genitori siamo preoccupati. Fortuna che la caduta è avvenuta durante la chiusura del plesso”. Chiara Mauri è la mamma di un bimbo di 4 anni che frequenta la scuola dell’Infanzia comunale di via Monterotondo 10, a Niguarda. Come lei, tanti altri genitori degli oltre 100 bimbi iscritti chiedono al Comune “interventi. Il 16 dicembre colava acqua dal soffitto”. A dare manforte ai genitori, l’assessore all’Educazione del Municipio 9 Deborah Giovanati: “Il Comune era a conoscenza dell’infiltrazione – sottolinea – ma non ha effettuato alcun intervento. Non è accettabile”.La risposta dell’assessore all’Edilizia scolastica Paolo Limonta è arrivata subito: “Da martedì, con i tecnici di MM che si occupano di manutenzione ordinaria, farò un sopralluogo.” Quando l’assessore Limonta mi ha scritto del sopralluogo di martedì prossimo, ho risposto che andava fatto domani (cioè oggi) quando i bambini non ci sono e prima che rientrino di nuovo. Le educatrici devono stare tutte bardate a protezione loro e dei bambini e l’assessore invita ad entrare in un asilo durante l’orario scolastico numerose persone esterne tra tecnici comunali, di MM e rappresentati istituzionali? Logicamente a questa mia richiesta, con le motivazioni descritte, non ho ricevuto neanche una risposta di cortesia. Ennesimo fallimento della gestione scuole. Manutenzione ordinaria trascurata che si trasforma in straordinaria. Ma quante situazioni di questo tipo siamo costretti a vedere ancora?!”.