A2A: “Lavori per la nuova sede in primavera”

A2A: “Lavori per la nuova sede in primavera”. I lavori per la realizzazione del nuovo quartier generale di A2A a Milano, la multi – utility partecipata dai Comuni di Milano e Brescia, potrebbero partire nella primavera del 2021. “Nel cronoprogramma messo a punto anche con il Comune l’ipotesi è di iniziare i lavori di bonifica in primavera, un’ipotesi che oggi è più che concreta”, ha spiegato in commissione al Comune di Milano, Renato Mazzoncini, amministratore delegato di A2A. Il nuovo quartiere generale di piazza Trento, dove già c’è una sede del gruppo e che si trova a due passi dallo Scalo di Porta Romana, dove sorgerà il villaggio olimpico dei giochi invernali del 2026, risponde “a una tematica di razionalizzare la gestione dei dipendenti facendo un’operazione simile a quella che ha fatto ad esempio Unicredit a Milano”, ha aggiunto Mazzoncini. A Milano la società ha infatti “1735 dipendenti divisi in sei immobili di proprietà”, nella nuova sede la capienza sarà “di 1400, prima dell’emergenza Covid poteva essere una sede un po’ al limite, con una riduzione di 300 posti, ma ci stiamo immaginando un post Covid con uno smart working di due giorni a settimana e in questo modo il nuovo edificio potrà essere capiente anche per le crescite future del gruppo e potrà anche avere alcuni spazi di fruizione pubblica”. La fine dei lavori è prevista entro la fine del 2024 e l’inaugurazione nel gennaio del 2025, a caratterizzare il progetto è una torre di oltre 140 metri. Le altre sedi di A2A a Milano “saranno dismesse tutte tranne due, quella di via Caracciolo e di piazza Po – ha spiegato Mazzoncini -. Per la cessione della sede storica di Porta Vittoria ci sarà una gara ad evidenza pubblica con l’aiuto di un advisor”.