Arrestato salvadoregno che sfregiò connazionale

Raccolta fondi per l'emergenza covid-19

Arrestato salvadoregno che sfregiò connazionaleE’ stata eseguita presso il carcere di Pavia un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un salvadoregno 31enne che, il 15 dicembre scorso aveva aggredito un suo connazionale di 21 anni dopo averlo scambiato per il membro di una gang sudamericana rivale alla Mara Salvatruca 13, cui sosteneva di appartenere, anche se non esistono riscontri che la cosa corrisponda al vero. L’episodio si era verificato all’esterno della discoteca Baia Club di via Rinuccini, dove la vittima era stata ferita gravemente alla gola con un coccio di bottiglia rimanendo sfregiata per sempre.

L’omertà del proprietario del locale, che temeva ritorsioni, ha reso più difficili le indagini, ma i Carabinieri sono riusciti ugualmente a risalire all’aggressore grazie alle riprese delle telecamere di sicurezza di un palazzo vicino al luogo dell’aggressione. L’uomo, che risulta avere numerosi precedenti per reati contro la persona, era uso vantarsi di membro della Ms13, nei giorni successivi si era presentato alla stazione dei carabinieri di Abbiategrasso, con un tasca un coltello da 22 cm, mentre solo pochi mesi prima si era reso protagonista di una aggressione simile ai danni sempre di un connazionale colpito con diversi pugni al volto e poi ferito alla schiena con un’arma da taglio infine,  la sera del 31 dicembre era stato arrestato in fragranza mentre commetteva una rapina ai danni di un supermercato Carrefour. In quell’occasione, una volta condotto in caserma, aveva firmato gli atti relativi all’arresto con la sigla Ms13 al posto del proprio nome.