Tre milioni per le Rsa da Regione Lombardia

Tre milioni per le Rsa da Regione Lombardia. Via libera a maggioranza in Consiglio regionale alla legge di ratifica di alcune variazioni di bilancio adottate dalla Giunta regionale in via d’urgenza.
In particolare viene introdotta una garanzia pari a un massimo di 3 milioni di euro finalizzata a sostenere le RSA lombarde a fronte delle perdite sostenute in questi mesi di pandemia: l’iniziativa, adottata e messa in capo a Finlombarda (con un plafond di 30 milioni di euro), prevede di finanziare le RSA no-profit lombarde mediante l’erogazione di mutui ipotecari, così da sopperire al bisogno di liquidità generato dalla riduzione degli incassi derivante principalmente dai mancati introiti delle rette. Ecco allora Tre milioni per le Rsa da Regione Lombardia: il provvedimento, illustrato dal relatore Paolo Franco (Gruppo Misto), è composto da tre articoli. Il primo comporta una variazione di bilancio compensativa tra il capitolo legato ai servizi per lo sviluppo del mercato del lavoro e quello per il sostegno all’occupazione nell’ambito della gestione delle crisi aziendali; il secondo articolo riassume alcune variazioni di bilancio finalizzate all’acquisizione di servizi cha hanno generato debiti fuori bilancio pari a circa 75mila euro, per spese relative sostanzialmente a servizi di natura legale, utilizzo di software, noleggio di autovetture e telefonia mobile; il terzo articolo chiarisce infine che le spese relative ad attività di studio e ricerca finalizzate alla prevenzione e al trattamento delle dipendenze patologiche non gravano sul fondo sanitario regionale e non comportano pertanto oneri aggiuntivi. Bene aiutare le RSA, ha commentato il consigliere M5S Marco Fumagalli, “ma questi enti devono garantire la trasparenza imposta dalla legge. Un principio che il nostro Gruppo, ha ribadito più volte, chiedendo che i bilanci siano sempre depositati. Un obbligo troppo spesso evaso da troppe realtà. Noi vogliamo che i finanziamenti siano erogati solo a chi rispetta pienamente la legge. In queste condizioni, pur concordando con alcuni articoli di questa legge, il nostro voto non è potuto che essere contrario”. Di diverso avviso il Presidente della Commissione Bilancio Giulio Gallera nella sua dichiarazione di voto a favore per il Gruppo di Forza Italia: “Sulle RSA continua un’azione di grande attenzione, anche attraverso un anticipo sulla liquidità attraverso un modello particolarmente virtuoso grazie all’accordo con Finlombarda”. A favore anche la Lega, che con il Consigliere Marco Colombo, ha ribadito: “Benissimo la misura, la Lombardia interviene in un settore delicato e strategico del momento dando ossigeno e aiuto alle RSA”. Astenuti i Dem. Il Capogruppo Fabio Pizzul, ha spiegato: “Questa è una legge pronto soccorso, cerca d’intervenire recuperando su ritardi, mancanza e certe sbavature. Manca un disegno più organico e attento”.