Cimiano, dopo l’arresto pusher tenta atti autolesionistici

Un 35enne di origine marocchina è stato arrestato in flagranza per detenzione a fini di spaccio tenta atti autolesionistici in caserma. Lo spacciatore, gravato di un provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per reati specifici, è stato fermato per una perquisizione dai carabinieri della stazione Gorla-Precotto e del nucleo Cio, Compagnie di intervento operativo, alla fermata della MM2 di Cimiano. Addosso gli sono stati trovati 45 grammi di hashish. Il 35enne ha tentato di sottrarsi all’arresto, ma è stato bloccato pochi metri dopo essere scappato. Essendo molto agitato per immobilizzarlo un militare è dovuto ricorrere all’uso dello spray al peperoncino. Portato in caserma l’arrestato, dopo essere stato visitato dal personale del 118, ha tentato più volte di infliggersi delle lesioni. Per questo motivo è stato trasportato all’ospedale San Raffaele dove è piantonato dai militari.