Un’altra storia di preti gay a Bergamo: stavolta c’è un video

Un’altra storia di preti gay a Bergamo: stavolta c’è un video. Vi avevamo già parlato delle foto: degli scatti “hard” avevano scosso la comunità orobica perché era stata trovata in una chat gay una foto di un prete nudo in posa con lo sfondo della sacrestia. All’epoca lui e la stessa diocesi sembravano allineati sulla linea del “è un fotomontaggio”, ma non risulta al momento che sia mai stato dimostrato. L’impressione di alcuni fedeli di quella parrocchia che si sono rivolti alla stampa è che al vescovo di Bergamo la storia non interessasse più di tanto. Ora però c’è un’altra storia di preti gay a Bergamo: stavolta c’è un video. E noi che lo abbiamo visto possiamo testimoniare che sia inequivocabile: un altro religioso, stavolta non ancora in servizio, è ripreso in un lungo video. Le immagini sono chiare: è un incontro sessuale con un altro uomo. Come abbiamo già scritto, non ci sarebbe nulla di male se si trattasse di due persone qualunque, ma uno dei due veste “l’abito”. E qualcuno che manco veniva dalla provincia di Bergamo, ma da una del centro Italia, da dove sarebbe stato spostato per “motivi di salute”. Un tema su cui torneremo nei prossimi articoli, soprattutto per raccontare come sarebbe stato mandato a 700 chilometri di distanza. Perché questa volta vogliamo solo tornare sui temi da cui siamo partiti con questa inchiesta che porteremo avanti fino a Natale 2022, se necessario: quanta tolleranza c’è a Bergamo? Perché i casi si moltiplicano e sono sempre più imbarazzanti. Noi non pubblicheremo mai il video o il nome di questo secondo parroco per una questione di decenza, anche se pare che il video sia “sul mercato”. Ma cosa intenda fare il vescovo se lo chiedono in tanti, perché questi sono i primi casi che rendiamo noti, ma la lista ci risulta essere più lunga. Forse da Bergamo si potrebbe rilanciare l’idea di superare il Concilio di Trento, liberalizzando la sessualità dei preti cattolici. In fondo, come dimostrano questi imbarazzanti episodi, la castità è difficile da perseguire. Per alcuni persino impossibile.