Pusher investe agente, collega spara per fermarlo

Raccolta fondi per l'emergenza covid-19

Un investigatore del commissariato Lorenteggio di Milano è stato medicato al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo dopo essere rimasto contuso cercando di fermare un presunto spacciatore che è fuggito a bordo di una Bmw Serie 1 M1 durante un controllo in via privata Pietro Colla, nel popolare quartiere di Baggio. Per cercare di fermare il malvivente, il collega dell’agente ferito, ha esploso quattro colpi con la pistola d’ordinanza colpendo le gomme. E’ accaduto intorno alle 13 di ieri.

Secondo una prima ricostruzione della polizia, i due agenti, che stavano operando “in borghese” a bordo di un auto “civetta”, hanno bloccato l’auto con a bordo due nordafricani. Li hanno fatti scendere e nella macchina hanno trovato una bustina con sette grammi di cocaina e 123 pastiglie bianche presumbilmente di sostanza da taglio, oltre a 3,5 grammi di fumo. Uno dei due stranieri è però riuscito a divincolarsi ed è risalito sulla Bmw e, con la portiera ancora aperta, ha fatto retromarcia: nel tentativo di trascinarlo giù dall’auto, il poliziotto è rimasto schiacciato tra la portiera e una macchina in sosta ed stato violentemente sbattuto per terra, mentre la Bmw è ripartita a forte velocità.

Approfittando del fatto che l’altro agente si era messo a sparare contro l’auto in fuga, anche il complice è riuscito a fuggire a piedi, facendo perdere le proprie tracce. Dopo circa mezz’ora la Bmw è stata ritrovata in via Raffaello Barbiera, a circa tre chilometri di distanza da via Colla, con le due gomme a terra, forate dai colpi di pistola. In tutta la zona è scattata la caccia ai due malviventi. I due poliziotti sono quelli che, insieme con i loro colleghi della squadra investigativa del commissariato Lorenteggio, nel 2018 tra i quartieri Giambellino e Baggio hanno sequestrato diversi chilogrammi di droga (soprattutto cocaina e hashish) e ben 14 armi da fuoco (dieci pistole e quattro fucili).