La Rete: “A Natale boicotta Amazon”

La Rete: “A Natale boicotta Amazon”. Ormai da qualche settimana quel lockdown che, secondo le parole del Presidente del Consiglio, non doveva tornare mai più, è arrivato. Le chiusure si susseguono in tutta Italia e mettono a serio rischio la sopravvivenza del tessuto produttivo italiano, fatto in larghissima parte di piccoli artigiani, commercianti e negozi di prossimità. Ma oltre al Covid e alle scellerate politiche di chiusura totale, si aggira un altro virus pronto a dare la mazzata finale al nostro commercio. Si tratta di Amazon, la multinazionale americana che più di tutte ha tratto vantaggio dal coronavirus e dal lockdown. Un nome diventato un simbolo di efficienza e velocità, che cela dietro di sé una realtà di neo-schiavismo alienante e robotizzato. Il modello Amazon è fondato sulla concorrenza sleale, sull’elusione fiscale, sulla standardizzazione al ribasso e sulla devastazione del nostro tessuto produttivo e delle nostre PMI. Le difese che la multinazionale di Bezos ha rivolto contro chi l’ha contestata in queste ultime settimane fanno acqua da tutte le parti: per ogni nuovo assunto in Amazon, ci sono decine di negozi che chiudono non potendo garantire per ragioni dimensionali gli standard di efficienza e velocità di spedizione che Amazon chiede per entrare a far parte del suo club esclusivo. Il risultato è l’impoverimento del nostro tessuto produttivo, lo svuotamento dei centri storici e dei borghi, la perdita irreversibile del senso di identità e di comunità. Questo Natale sostieni i piccoli commercianti della tua zona, i nostri artigiani e le nostre imprese, acquistando direttamente da loro i regali di Natale. Un piccolo sacrificio del tuo tempo può significare moltissimo e aiutare la nostra nazione, i suoi cittadini e il suo tessuto produttivo a rialzarsi dalla crisi più difficile della sua storia. A NATALE, COMPRA ITALIANO DA COMMERCIANTI ITALIANI.