Regalate 5000 mascherine al Cotugno di Napoli - Osservatore Meneghino

Regalate 5000 mascherine al Cotugno di Napoli

Regalate 5000 mascherine al Cotugno di Napoli. Sabato 18 aprile 2020, alle ore 12, avverrà la consegna simbolica di una mascherina MEDICAL MASK per protezione individuale di alta qualità a tre strati (Ministero Salute n. 1936247) alla presenza del dott. Raffaele Dell’Aversano direttore medico di presidio dell’Ospedale Cotugno di Napoli e di Massimo Banchi, titolare dell’Azienda Maison Banchi, che ha destinato le 5.000 mascherine al Cotugno in riconoscimento dell’alta dedizione e professionalità dimostrata nel contrastare il fenomeno COVID-19 a Napoli e in tutta la Campania. L’intero lotto di 5.000 mascherine omaggio verrà contemporaneamente consegnato all’Azienda Ospedaliera dei Colli – Ospedale Domenico Cotugno – presso la sede di via Gaetano Quagliariello, 54, Napoli. MEDICAL MASK è interamente cucita a mano, a tre strati, senza alcun passaggio industriale, assolutamente superiore in termini di qualità e di efficacia protettiva rispetto alle generiche mascherine di importazione. Le MEDICAL MASK sono confezionate ad una ad una per garantire la massima affidabilità.
La Campania ha sempre rappresentato la regione più importante per il fatturato della Maison Banchi, ma per la distribuzione delle mascherine sono state privilegiate le regioni del Nord Italia che sono in uno stato emergenziale. “I Venditori porta a porta campani si sono sempre distinti per dinamismo, professionalità e risultati eccellenti e, pur nel rispetto delle normative vigenti sul lockout, siamo certi che sapranno distribuire mascherine come e più dei colleghi del Nord” ci confida Massimo Banchi. La Maison Banchi con questa iniziativa intende supportare i propri distributori storici che soffrono particolarmente i provvedimenti del lockout, essendo per la maggior parte partite iva, procacciatori e/o contratti di lavoro provvisori. “In Campania pensiamo che i nostri Distributori abbiano una forza lavoro tra venditori, impiegati, logistica e promoters di oltre 1.000 persone e distribuire mascherine significa contribuire al sostentamento di 1.000 famiglie”. Attualmente la priorità è rappresentata dell’emergenza sanitaria, con encomiabile servizio di tutto il corpo sanitario che oggi è ben rappresentato al Cotugno, ma subito dopo avremo una emergenza economica che, probabilmente, sarà molto più grave e lunga dell’epidemia stessa. “Da oltre 40 anni commercializziamo i nostri prodotti esclusivamente tramite il canale della vendita diretta, forniamo in esclusiva circa 50 società di questo settore che contano una forza vendita di circa 2000 agenti su tutto il territorio nazionale” dichiara il titolare di Maison Banchi, Massimo Banchi “quindi per noi è stato molto facile diffondere il nostro prodotto in particolar modo nelle farmacie e sanitarie dove attualmente vengono vendute il 95% delle nostre mascherine”. Al momento Maison Banchi distribuisce circa 500.000 MEDICAL MASK alla settimana su tutto il territorio nazionale: in questo momento lo sforzo produttivo è concentrato specialmente nel Nord Italia, a causa della forte diffusione del virus, ma la regione Campania ha sempre rappresentato una collocazione naturale per i prodotti di qualità di Maison Banchi grazie alla capacità professionale dei numerosi venditori … in alcuni casi di generazioni di venditori campani. “In considerazione del particolare momento che sta attraversando il Paese“ aggiunge Massimo Banchi “e tenuto conto del fatto che stiamo distribuendo un prodotto emergenziale di prima necessità, abbiamo concordato con i nostri Distributori Autorizzati di ridurre sensibilmente il costo delle MEDICAL MASK e di portare avanti una distribuzione etica con un prezzo consigliato di vendita al pubblico di 3,95 euro, iva compresa allo scopo di contrastare gli abusi e le speculazioni che negli ultimi mesi hanno colpito i cittadini nel portafoglio, approfittando dell’emergenza COVID-19”. “Noi pensiamo che le aziende del Porta a Porta presenti qui oggi abbiano una missione che è quella di sopravvivere a questo momento. Lo devono prima di tutto a loro stessi, a tutte le persone che lavorano per loro e alla loro clientela” conclude Massimo Banchi.