Case Popolari. Pirola (SAP): schiaffo di Sala alle Forze dell’Ordine

Case Popolari. Pirola (SAP): schiaffo di Sala alle Forze dell'Ordine De Corato (FdI): sgomberi al Gratosoglio e Giambellino, ALER sulla strada giusta Case popolari sentenza pro-migranti canone aler calano le occupazioniLa maggioranza politica che sostiene il Sindaco di Milano Giuseppe Sala nella seduta dedicata all’esame del piano annuale dell’offerta abitativa pubblica per il 2021, ha presentato ed approvato un emendamento alla delibera 238 che riduce dal 10% al 3% gli alloggi di edilizia popolare da destinarsi agli appartenenti alle Forze di Polizia. La maggioranza presente in Consiglio Comunale con questa delibera ha manifestato apertamente di non avere a cuore gli uomini e le donne delle forze dell’ordine che prestano servizio nella città di Milano. Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Polizia Penitenziaria e Vigili del Fuoco che in moltissimi casi sono originari di altre città ma tutti i giorni si sacrificano e rischiano per garantire la sicurezza della città.

Ieri il Consiglio Comunale con il Sindaco Sala in testa – afferma il Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia Massimiliano PIROLA – hanno sferrato un pesante e doloroso schiaffo a tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine togliendo a loro la possibilità di inserirsi stabilmente a Milano senza più dover richiedere trasferimenti verso altre città dove il mercato immobiliare offre maggiori e più convenienti opportunità.

Pirola prosegue affermando: “Quando le occupazioni abusive si contano in migliaia così come in migliaia si contano gli appartamenti vuoti, diviene difficile comprendere che la riduzione della riserva sia dovuta ad una più forte richiesta proveniente da famiglie a basso reddito. Ad un’azione politica palesemente ostile verso gli appartenenti alle forze dell’ordine – conclude Pirola – questi non possono che rispondere con un altrettanto significativo atto politico. Rivolgo un appello alla cittadinanza e a chi ha responsabilità di politiche di amministrazione affinché venga dato adeguato sostegno agli uomini delle forze dell’ordine e si abbandoni ogni pregiudizio ideologico poiché irragionevole e illogico. La sicurezza è un bene di tutti.”