Alla casa dei giochi 2 giorni di Risiko per 120 giocatori

Raccolta fondi per l'emergenza covid-19

Alla casa dei giochi 2 giorni di Risko per 120 giocatoriContinua il nostro viaggio nel mondo dei giochi. Questa volta ad esserne protagonisti sono stati due giorni di intensi combattimenti sostenuti dai soci del club Risiko Milano nella sede della Casa dei Giochi di via Sant’uguzzone dove si è svolto il torneo che li ha visti contrapposti per stabilire chi fosse il miglior Generale.

Il preambolo del torneo vero e proprio si è svolto sabato 15 febbraio quando 93 giocatori si sono affrontati sui tavoli della Casa dei Giochi, per accaparrarsi uno dei 20 posti disponibili che avrebbe permesso loro di passare la qualifica alla giornata finale.

Domenica 15, 20 giocatori che hanno passato il turno si sono confrontati con i primi 20 giocatori della classifica Milanese del 2019 , dandosi battaglia tutto il giorno per stabilire chi fosse il più forte tra i più forti.

Alla fine di tre turni di gioco previsti la classifica è stata la seguente:

1 Ghisleni Michael
2 Brignoli Fabrizio
3 Bonfadini Simone
4 Riccobono Giorgio

Congratulazioni a Michael che è stato insignito con il soprannome The Eraser dopo aver cancellato dal tavolo tutte le armate di Giorgio.

risikoScopo di Risiko è il raggiungimento di un obiettivo predefinito, segreto e diverso per ciascun giocatore, che può consistere nella conquista di un certo numero di territori, nella conquista di due o più continenti o nell’annientamento di un giocatore avversario.

RisiKo! deriva dal gioco francese La Conquête du Monde del 1957, meglio noto internazionalmente come Risk. La prima edizione italiana è del 1968, pubblicata dall’editore Giochiclub di Milano, che distribuiva i giochi di varie ditte europee e miscelò le caratteristiche di varie versioni europee; il nome Risiko era quello dell’edizione tedesca, le regole erano quasi identiche alla versione francese, con alcuni appunti nel manuale ripresi dall’edizione angloamericana, le pedine erano di legno. Come nella prima edizione francese, già in questa versione venivano usati 3 dadi in difesa, inoltre la distribuzione iniziale delle forze era maggiormente casuale e squilibrata e si riceveva una carta a inizio turno oltre a quella ottenibile con le conquiste.

Nel 1973 Giochiclub pubblica una nuova edizione con le stesse regole, ma introduce le celebri pedine di plastica a forma di carro armato, più delle pedine a forma di mitragliatrice per rappresentare 10 armate. Nel 1977 Editrice Giochi diventa il distributore esclusivo di RisiKo! e rinnova l’edizione adottando nuove regole, tra cui le carte obiettivo (prima c’era l’unico obiettivo di conquistare il mondo), il planisfero ottocentesco dell’edizione statunitense (ma con un confine Medio Oriente-Egitto unico della versione italiana, nonché un nuovo disegno del confine tra India, Cina e Medio Oriente), la distribuzione casuale dei territori iniziali e la distribuzione equilibrata delle armate iniziali già presenti nelle edizioni europee. Inoltre viene introdotta la bandierina come pedina da 10 armate.

Nel 2016 Spin Master acquisisce l’intera libreria di giochi in scatola detenuta da Editrice Giochi. L’accordo include anche la cessione del marchio Editrice Giochi. Le modifiche al gioco da parte della nuova ditta canadese vengono apportate a partire dal 2017 con l’uscita di RisiKo! Time Attack, che introduce, in una nuova veste grafica, la modalità di gioco TIME ATTACK! per una partita più veloce. Nello stesso anno viene anche lanciata la versione RisiKo! Z, con il tema Zombie.