Piazza Duomo. Sollazzo: via i banani. De Corato: le si dia uno stile europeo

Raccolta fondi per l'emergenza covid-19

Piazza DuomoL’approssimarsi della scadenza del contratto di sponsorizzazione con Starbuck per il verde il Piazza Duomo e l’invito rivolto dal Comune di Milano a tutti i soggetti interessati, di presentare una nuova proposta che possa prevedere sia il mantenimento dell’attuale fisionomia delle aiuole, sia il loro  riassetto, con la successiva manutenzione nel tempo fino ad un massimo di tre anni, sta cominciando a generare i primi commenti da parte dei politici milanesi.

La scadenza del contratto con Starbucks può essere la buona occasione per liberare Piazza Duomo dalle palme e dai banani che nulla hanno a che fare con lo stile della piazza – è il commento di Simone Sollazzo, Consigliere Comunale M5S  – Mi auguro quindi che eventuali nuovi sponsor diano precedenza quantomeno a specie vegetali che si possano inserire con armonia e pertinenza al contesto urbanistico milanese. E che garantiscano – conclude – delle condizioni ottime sia di manutenzione ma di sorveglianza contro qualunque eventuale tentativo di danneggiamento per evitare un secondo episodio come l’incendio delle palme il cui autore non è mai stato individuato”.

Mi auguro che il nuovo sponsor, che si occuperà del verde in Duomo, eliminerà nel minor tempo possibile, sia le palme che i banani, che nulla hanno a che fare con questo luogo, perché piazza Duomo merita di ritornare ad essere quella di un tempo, con alberi che si addicano all’affascinante location quale è la suddetta piazza. – Auspica anche l’ex vice Sindaco Riccardo De CoratoDi fronte alla Cattedrale della Diocesi tra le più belle ed imponenti al mondo –prosegue De Corato -, mi sembra assurdo siano state piantate delle piante simili che, giustamente, in passato sono state oggetto di critiche da parte di associazioni e di numerosi cittadini milanesi. Confido fortemente – conclude – che nella piazza più importante di Milano, si ritorni ad uno stile ambientale europeo che ha sempre caratterizzato questo Sacro luogo, da decenni simbolo e vero punto di riferimento del capoluogo lombardo“.

I proponenti avranno la possibilità di visionare sul sito del Comune di Milano la planimetria fornita da MM per le informazioni tecniche relative alla portata delle solette a alle dimensioni delle vasche/contenitori, necessarie ad una corretta valutazione della scelta di piante e materiali. Sarà possibile disporre di un file Autocad con la planimetria delle aiuole per agevolare la redazione della proposte grafiche, inoltrando specifica richiesta all’indirizzo mail [email protected]. Le proposte potranno essere presentate nel bimestre settembre-ottobre, così da poter formalizzare il nuovo contratto di sponsorizzazione a partire dal mese di gennaio 2020. Tutti i dettagli qui.