A Milano via agli incontri sulla rigenerazione urbana

A Milano via agli incontri sulla rigenerazione urbana. Lo scorso ottobre è stata stipulata una convezione tra la Città metropolitana di Milano, la Fondazione e l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano per promuovere una collaborazione sulla formazione dei dipendenti pubblici dei Comuni dell’area metropolitana e della Città metropolitana di Milano iscritti all’Ordine, con lo scopo di agevolare un interscambio di conoscenze per un più condiviso sapere tecnico e professionale. La convezione prevede una serie di incontri di approfondimento tecnico e di interazione di esperienze. Si comincerà martedì 24 novembre – dalle ore 09.30 alle 18.30 – con un webinar dal titolo “Grande Milano, la dimensione metropolitana”. Si parlerà del “modello Milano”, che catalizza su di sé anche importanti investimenti stranieri e lavora puntando su una sinergia virtuosa tra pubblico e privato,rispettando i valori di ogni componente delle società, dalle università alle imprese. Milano e il suo territorio metropolitano si trovano oggi in un momento storico di grandi cambiamenti: dopo Expo 2015 e la realizzazione di grandi interventi urbani, la trasformazione prosegue. <<Parallelamente all’affermazione del suo ranking, Milano ha così consolidato anche la consapevolezza dei vantaggi della dimensione metropolitana. Nonostante infatti il ritardo con cui il sistema amministrativo italiano è giunto a definire il livello di governo metropolitano (peraltro con molte questioni ancora irrisolte), Milano sviluppa una coscienza collettiva della sua dimensione di metropoli. Agli Osservatori istituzionali si sono affiancati studi e ricerche promossi da portatori di interessi che indagano oltre i loro campi di intervento, in una sorta di community focalizzata sui vantaggi che l’immagine complessiva di una città performante può generare sugli specifici settori dell’economia. >> così Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano. L’evento è organizzato in due sessioni: in mattinata un seminario sulla rigenerazione urbana e territoriale, con stretto riferimento allo strumento della perequazione, realizzato su proposta e in collaborazione con Città Metropolitana e nel pomeriggio una tavola rotonda di approfondimento sulla dimensione metropolitana del capoluogo lombardo con esperti nazionali e internazionali del mondo della professione, del progetto e delle politiche urbane.

A Milano via agli incontri sulla rigenerazione urbana. Tanti gli interventi: il buon esempio di Vienna con la partecipazione di Dominique Alba, direttrice di Atelier parisien d’urbanism (Apur) e la prossima sfida delle Olimpiadi invernali con l’intervento di Dominic Weiss, responsabile di Smart city agency. Il mondo della ricerca sarà rappresentato da Massimo Bricocoli, Paola Puccie Mario Parisdel Politecnico di Milano, da Aurelio Bruzzo dell’Università degli studi di Ferrara, da Tommaso Bonetti dell’Università di Bologna e da Ezio Micelli dello Iuav di Venezia. Sulla perequazione territoriale interverrà anche Alessandro Delpiano, dirigente Città Metropolitana Bologna. Tra i rappresentanti delle istituzioni Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana, Roberta Guaineri assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita e Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, all’Agricoltura e al Verde del Comune di Milano.