Milano va a fondo, Sala va a Roma - Osservatore Meneghino

Milano va a fondo, Sala va a Roma

Milano va a fondo, Sala va a RomaE’ l’opinione espressa dai due europarlamentari, Silvia Sardone (Lega) e Carlo Fidanza (Fratelli d’Italia), in merito alla visita a Roma del Sindaco Sala, che vi si è recato per accompagnare Aboubakar Soumahoro dalla Ministro Lamorgese, per parlare dei diritti degli “invisibili”.

“Milano si allaga, gli stupri sono all’ordine del giorno, migliaia di bambini rischiano di essere esclusi dagli asili e Sala cosa fa? Va a Roma dalla Lamorgese, con Aboubakar Soumahoro, non per parlare di sicurezza, ma per battersi per i diritti dei clandestini. Secondo il sindaco bisogna agire con tempestività” ha infatti detto la Sardone, aggiungendo, “Il resto per lui non conta, prima gli extracomunitari e poi, se c’è tempo, i milanesi”, concludendo, “È evidente che Sala non abbia più voglia di fare il sindaco e voglia accreditarsi negli ambienti romani, ma è assurdo che a rimetterci sia l’intera nostra città“.

“Mentre la periferia Nord di Milano fa i conti ancora una volta con allagamenti e danni ingenti, il sindaco Beppe Sala non trova di meglio da fare che andare a Roma per accompagnare Aboubakar Soumahoro dalla ministra Lamorgese”, ha ribadito Carlo Fidanza, sottolineando, “La città è completamente allo sbando. Ogni giorno si trova ad affrontare una nuova emergenza: incidenti continui sui monopattini lasciati senza regole, risse e movida selvaggia ovunque, violenze e stupri anche in pieno giorno. Eppure – ha concluso Fidanza – la priorità di Sala e della giunta di centrosinistra è difendere i diritti degli immigrati”.