Natale sì o no?

Natale sì o no? Perché alla fine è questa la domanda che si pongono gli italiani: Natale sì o no? Perché il semplice annuncio di possibili restrizioni ha svuotato le liste di prenotazione delle strutture ricettive. E ora in tanti sono rimasti con il dubbio se partire o no. Se andare a trovare i parenti o andare oltre confine per delle meritate ferie. Un problema non da poco per tutta l’Italia la cui economia è sempre più legata alle sorti del turismo come tutti i Paesi di quello che una volta veniva chiamato Terzo Mondo. Ci sono ormai così tanti agriturismi e stabilimenti per il relax che persino il governo nazionale ha varato il bonus terme. E nel contempo alcuni iniziano a chiedersi chi dovrebbe andare nelle strutture ricettive se tutti ne hanno aperta una. A meno di non alternarsi: una volta tu vai dal vicino e una volta lui viene da te. Ma al di là di queste considerazioni a cui solo il tempo risponderà, siamo di fronte a un tema che probabilmente ci troveremo ad affrontare anche nel 2022. Perché l’unica verità emersa mentre si parla di Super Green Pass è che dalla pandemia non siamo ancora usciti. Sono tornati i lockdown e probabilmente in primavera saremo daccapo. Perché pass super o mini che siano, se milioni di persone si riverseranno nelle strade per comprare oggetti destinati a diventare spazzatura entro il 7 gennaio, inevitabilmente ci sarà un’impennata dei contagi. E dunque il governo che ha permesso la riduzione dei reparti speciali aperti durante il 2020 per smaltire le liste d’attesa, si troverà costretto a richiudere tutti i cittadini. Darà la colpa ai non vaccinati, a chi non rispetta le regole, agli evasori fiscali, agli ebrei, insomma una categoria a scelta verso cui indirizzare l’odio collettivo. Perché il gioco è sempre lo stesso: come quando la sinistra abolì l’articolo 18 dandone comunque la responsabilità alla destra. Allora la domanda Natale sì o no assume un senso più ampio: c’è veramente una data entro la quale il Quirinale ha intenzione di restituirci la democrazia e la libertà di movimento?