Artisti di strada in piazza contro Palazzo Marino

Artisti di strada in piazza contro Palazzo Marino. Dopo mesi senza potersi esibire, gli artisti di strada a Milano scendono in piazza e chiedono alle istituzioni di rompere il muro di gomma.
L’ Associazione ASM Confesercenti Artisti di Strada a MilanoFNAS e AleaCaM indicono una manifestazione pubblica per chiedere la ripartenza dell’Arte di Strada a Milano. La manifestazione si svolgerà mercoledì 26 maggio, dalle ore 11 alle ore 13, in Piazza della Scala a Milano
Nelle “Zone Gialle” molte attività sono ormai ripartite, compresi gli spettacoli dal vivo al chiuso e all’aperto, ma a Milano l’Arte di Strada è ancora bloccata. Eppure si tratta una delle attività più sicure in assoluto dal punto di vista sanitario: si svolge all’aperto, non incrementa la mobilità dei cittadini e permette all’artista un controllo diretto del comportamento del pubblico.
L’Arte di Strada è inoltre una risorsa fondamentale per segnare il ritorno alla normalità della città, creare un clima positivo e contribuire a rilanciare il turismo, strumento fondamentale per la rinascita economica del nostro paese.
Milano è una delle poche città in Italia che ancora non autorizza l’Arte di Strada. Le istituzioni milanesi si palleggiano le responsabilità: il Comune di Milano interpella la Regione Lombardia, che interpella la Prefettura Di Milano, che interpella il Ministero degli Interni, che non risponde. Le disposizioni previste dal vigente Decreto Legge sono estranee all’arte di strada, le cui reali specificità vengono ignorate dalle istituzioni italiane.
Le associazioni riconoscono con dolorosa consapevolezza la gravità della pandemia ma, con l’attuale progressivo miglioramento della situazione sanitaria e l’allentamento delle misure di contenimento, il perdurare delle restrizioni per la sola Arte di Strada a Milano contraddice ogni logica. Ecco perché questo mercoledì gli artisti faranno sentire la propria voce.