Viale Toscana, il Lambretta smentisce l’occupazione

Poche ore dopo la segnalazione del capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale, Alessandro De Chirico, è giunta la “colorita” smentita da parte del CSOA Lambretta di essere gli autori dell’occupazione (?) avvenuta in viale Toscana:  “Sono passati solo pochi giorni dal rogo di rifiuti tossici che ha reso irrespirabile l’aria della città. Ancora sconosciuta l’entità del danno e gli effetti che i fumi chimici avranno sugli abitanti della metropoli meneghina. Quello che sappiamo però è che la prima vittima si chiama Alessandro De Chirico, consigliere comunale di Forza Italia. Questa mattina in preda ad allucinazioni ipnagogiche ha lanciato l’allarme: “sono tornati gli abusivi, non sono rom o richiedenti asilo, ma i temibili facinorosi del centro sociale Lambretta”. Dopo, anche un j’accuse a Beppe Sala: “keffai, dormi?“.  

La nota pubblicata sulla pagina Facebook degli autonomi si conclude quindi: “Purtroppo il Lambretta non ha ancora occupato, e non sappiamo quale sia la bocciofila o il cantiere in via di costruzione che il nostro ha scambiato per il centro sociale durante la sua usuale passeggiata all’alba di domenica. Siamo invece preoccupati per la salute dei nostri consiglieri comunali e lanciamo un appello alle istituzioni affinché vengano fatte le adeguate verifiche. La salute prima di tutto!

Resta il dubbio su chi siano gli autori dell’occupazione e se di occupazione effettivamente si tratta.