De Corato (FdI): Sala tutela gli animali concedendo l’ex Palatrussardi per la festa del sacrificio

De Corato (FdI): Sala tutela gli animali concedendo l’ex Palatrussardi per la festa del sacrificio“Il 3 febbraio Sala e la sua maggioranza hanno approvato il regolamento per la tutela degli animali, mentre oggi, senza colpo ferire, concedono l’ex Palatrussardi di via Sant’Elia 33 di proprietà comunale, per la festa del sacrificio”. Lo afferma l’Assessore regionale alla Sicurezza  Riccardo De Corato, in merito alla celebrazione della ricorrenza della Festa del Sacrificio,  che prevede lo sgozzamento di un ovino, caprino, bovino o camelide con la recisione della giugulare lasciando morire dissanguato l’animale.

“L’assessore comunale con delega alle Politiche per la tutela e difesa degli animali, Roberta Guaineri, all’indomani dell’approvazione del documento aveva commentato – ricorda De Corato – Il nuovo Regolamento vuole avere un ruolo educativo, di formazione di una rinnovata cultura del rispetto degli animali in città. Ma oggi, a distanza di 6 mesi, cosa dice? Hanno introdotto regole per il rispetto e la tutela dei pesci, anfibi, rettili e invertebrati vita prevalentemente acquatica. Addirittura un intero articolo, il 33, riguarda la conservazione dei crostacei da alimentazione vivi e stabilisce anche il grado di densità dell’acqua e prevede l’anestesia termica prima della cottura per evitare sofferenze al povero crostaceo, sanzionando con multe da 150 a 500 euro chi contravviene al regolamento”.

“In seguito alla posizione presa dal Comune con questo documento lo scorso febbraio – conclude De Corato -, non è incoerente, oggi, concedere degli spazi pubblici per la festa del sacrificio?”