Messo in cassa integrazione si suicida - Osservatore Meneghino

Messo in cassa integrazione si suicida

Messo in cassa integrazione si suicidaUn 26enne di origini senegalesi ha aperto la finestra del bagno del suo appartamento, che si affaccia su un cortile interno, e si è gettato di sotto togliendosi la vita. E’ accaduto ieri sera, intorno alle 19.50 in via Pastorelli a Milano. Il 26enne era stato messo in cassa integrazione così come gli altri dipendenti di un negozio specializzato in prodotti alimentari in cui lavorava, e ora chiuso per via dell’emergenza coronavirus.

Negozio che fa parte di una catena con sedi in tutta Italia. Il ragazzo era impiegato nel punto vendita da circa sette anni e aveva un contratto a tempo indeterminato. Poco tempo prima del tragico gesto aveva seguito un’attività di formazione online a distanza.