Elezioni commercialisti: ecco la lista “Innovare insieme”

Elezioni commercialisti: ecco la lista “Innovare insieme”. È stata presentata ieri la candidatura di Edoardo Ginevra alla presidenza dell’Ordine di Milano. ‘Innovare Insieme’ è il nome della lista che sostiene la candidatura di Ginevra, che dichiara: “Innovare insieme in questa epoca di profondi cambiamenti, significa poter ripartire e guardare con fiducia e coraggio al futuro valorizzando il nostro patrimonio di competenze ed al tempo stesso accogliendo e facendo nostri i cambiamenti, le novità che questi tempi ci offrono per cogliere le opportunità e soddisfare al meglio i bisogni del nostro mercato, ripensando la professione ed adeguandola alle sfide che ci attendono”. Una candidatura, quella di Edoardo Ginevra, che punta su una nuova visione della professione e del contributo fondamentale che offre sia alla comunità economica, sia al contesto sociale in questa difficile fase di ripresa. In lista con Edoardo Ginevra anche i candidati Consiglieri: Michaela Marcarini, Massimilano Sironi, Duilio Liburdi, Lorenzo Pavoletti, Maricla Pennesi, Daniele Bernardi, Marco Clementi, Alessandro Dragonetti, Marco Salvatore, Luigi Giovanni Saporito, Michela Zeme , Gloria Francesca Marino, Eleonora Borzani, Marco Capra , Cristina Tracanella, Pietro Santoro , Elisa Belloni, Roberto Sorci, Laura Acquadro.

“La professione vive un momento di particolare difficoltà per superare il quale riteniamo necessario coniugare azione polita e capacità di visione. Per questo, osiamo immaginare. Immaginiamo una professione che sappia recuperare credibilità, ridando centralità ai suoi valori fondamentali: competenza tecnica, etica, autorevolezza, fiducia, condivisione di una cultura professionale comune. Immaginiamo una professione protagonista del proprio tempo e del mercato, capace di interpretare i cambiamenti in atto per adeguarsi a nuovi paradigmi organizzativi ed operativi, rendendosi un punto di riferimento per tutti gli interlocutori incluso lo Stato, gli Enti locali, la PA – accettare questa sfida, secondo il presidente di AIDC Milano, occorre avere un Ordine che supporti e guidi queste scelte – Immaginiamo una professione che non resti passiva di fronte alla spinta della digitalizzazione ma che dalle nuove tecnologie tragga nuova linfa per valorizzare la propria competenza. Immaginiamo un Ordine capace di aiutare l’iscritto a capire e ad accedere alle risorse tecnologiche da mettere al servizio della competenza. Immaginiamo un Ordine capace di investire nella competenza e che garantisca una formazione di qualità come fonte di vantaggio competitivo. Un Ordine dove trasparenza, disponibilità, orgoglio, spirito di squadra e di amicizia siano effettivo valore aggiunto per ciascuno iscritto. Pensiamo ad un Ordine che investa nel futuro valorizzando il percorso di crescita dei colleghi più giovani”. Punti fondamentali del programma di ‘Innovare Insieme’ sono anche il supporto alla digitalizzazione della professione, che tuteli le competenze, l’immagine, il prestigio della professione e che sia di supporto ai giovani commercialisti. “In poche parole, abbiamo in mente – conclude Ginevra – un Ordine moderno, che sappia innovare senza perdere il significato della tradizione. Un ringraziamento particolare va anche all’Unione Giovani Dottori Commercialisti di Milano e all’Associazione Concorsualisti Milano, che hanno scelto di condividere con AIDC Milano questa sfida e deciso di sostenere la mia candidatura”.
Questi i principali punti programmatici:
 stimolare il confronto con il mondo delle imprese e delle associazioni di categoria
per l’elaborazione di proposte che siano di continuo stimolo nel dibattito tecnico e
politico;
 lavorare con determinazione ad un ambizioso piano di digitalizzazione degli studi
che consenta, anche a quelli di più piccole dimensioni, di poter continuare a
competere al meglio sul mercato; lanciare una “Call for Technologies” di categoria
mirata alla ricerca e selezione delle migliori tecnologie disponibili sul mercato per le
professioni contabili e fiscali;

 porre in essere politiche che agevolino la crescita dimensionale degli studi e la
possibilità di lavorare in rete tra colleghi (coworking, clubworking, network), la
disponibilità di banche dati e servizi condivisi;
 lavorare di concerto con le Università per costruire sin dal percorso di studi le
competenze necessarie al futuro della professione;
 promuovere accordi internazionali per favorire periodi di Internship dei giovani
dottori commercialisti da svolgersi in realtà professionali estere per completare il
proprio percorso formativo;
 organizzare occasioni periodiche di presentazione di profili e posizionamento
(“Career day”) tra studenti-neolaureati e gli studi professionali;
 creazione di un “Consiglio MIRROR under 35”: organo consultivo formato da under
35 cui assegnare ampi ambiti di azione e di pensiero che siano di continuo stimolo
ed indirizzo;
 lavorare con Enti ed Istituzioni affinché in tema di responsabilità professionale si
affermi un principio di necessario equilibrio e coerenza tra la prestazione resa, il
valore economico della stessa e la responsabilità professionale non dolosa;
 valorizzare le relazioni internazionali con Consolati, Camere di Commercio,
Istituzioni ed organizzazioni internazionali di categoria per la valorizzazione e lo
sviluppo di nuove opportunità per il Commercialista;
 valorizzazione di tutto il patrimonio di impegno, dedizione e competenza delle
Commissioni di Studio e rilancio delle pubblicazioni di approfondimento “I
Quaderni”;
 Implementazione di uno sportello e di un gruppo di assistenza dedicato al supporto
dei colleghi in difficoltà: ascolto, rete di supporto operativo;
 implementazione di sportelli di consulenza tecnica specialistica per approfondire
tematiche e questioni di interesse dei collegi nelle diverse aree di interesse
professionale.