Sagra di Baggio. Salinari (FI): sinistra sminuisce le nostre radici

Sagra di Baggio. Salinari (FI): sinistra sminuisce le nostre radiciSagra di Baggio, “saltano” gli asinelli e i fuochi d’artificio, non ci saranno neanche gli agricoltori della zona. La Sagra di Baggio è “una delle manifestazioni storiche più suggestive e popolari del territorio milanese che risale al 1628. E’ una delle fiere di zona più sentite di Milano che si tiene in un quartiere del tutto particolare: nel Borgo Vecchio di Baggio che è riuscito a mantenere la sua identità di borgo, ancora oggi custode di una memoria contadina e agricola all’interno di una metropoli.

Purtroppo quest’anno la sinistra ha deciso di far saltare degli appuntamenti importantissimi che rappresentano l’universo contadino, tradizione della Sagra – dichiara Antonio Salinari Consigliere di Municipio 7 già Assessore di Municipio – Non ci saranno infatti gli agricoltori della zona con i loro prodotti tipici, gli asinelli e i fuochi d’artificio a chiusura della manifestazione. In questo modo – continua Salinari – abbiamo perso la nostra tradizione e cultura. La sinistra sta sminuendo le nostre radici territoriali.