Come deve essere un buon docente

Come deve essere un buon docente. I docenti hanno un ruolo chiave nella vita dei nostri figli, ma quali sono le caratteristiche e qualità davvero importanti che da genitori cerchiamo in queste figure? Elenchiamole:

l’Ascolto e la Reattività
Al di là di programmi e nozioni, un buon rapporto con il docente passa attraverso lo sviluppo                                                                                                           e la cura della comunicazione, ed il massimo rispetto da entrambe le parti;
l’Equilibrio
Troppo severo o troppo permissivo l’insegnante ideale sa trovare l’equilibrio perfetto tra
autorevolezza e flessibilità. E’ impossibile scambiarlo per un amico con qualche anno di
più, ma a volte è la prima faccia che ci viene in mente quando siamo nei guai;
La Passione
Pensiamo al docente che tutte noi abbiamo nel cuore da quando eravamo adolescenti:
sicuramente una delle prime qualità era la passione evidente per il proprio lavoro. Una
persona che non riesce solo a motivare i discenti ad imparare, ma ad insegnare loro
“come” imparare, trasmettendo un metodo valido e significativo che costituisce un’eredità
preziosa anche per gli studi successivi;
la Professionalità
L’atteggiamento professionale è spesso ciò che fa la differenza, perché raramente quelli
che vogliono solo fare “i simpatici” senza sostanza riescono a guadagnare il rispetto
richiesto dal loro ruolo;
il Senso dell’umorismo
Forse non è davvero in cima alla lista, ma indubbiamente è una qualità importante al fine
di coinvolgere i discenti a “ scuola”, sdrammatizzare e rendere le lezioni più avvincenti, o
addirittura memorabili;

la Sensibilità                                                                                                                                                                                                                                                                      L’insegnante ideale è come un direttore d’orchestra: sa che gli studenti sono come
strumenti musicali tutti diversi, ognuno ha suo modo meraviglioso. Il compito del docente è
peraltro saper scoprire e valorizzare le potenzialità di ognuno, permettendo di spiccare in
armonia con gli altri;

 il Lavoro di squadra
Mai perdere di vista che non si è discenti contro docenti, ma una squadra che persegue un
obiettivo comune: l’apprendimento.
La scuola dovrebbe anche essere scuola di vita: per questo motivo un docente
dall’atteggiamento positivo può avere un’influenza ottima sugli studenti, donando loro
risorse inestimabili per il futuro: l’ironia, l’entusiasmo e la leggerezza.
La coerenza
Solo con la coerenza si può creare un luogo di apprendimento sicuro. I discenti possono
adattarsi facilmente a docenti diversi e più o meno severi, ma non amano un ambiente in
cui le regole cambiano in continuazione.
– L’equità
Niente è più odioso e meschino del docente che fa sfacciate preferenze, o sulla base di
simpatie, o peggio. Il docente che ogni genitore vorrebbe per il proprio figlio è chi capisce
che ogni bambino è diverso, eppure sono tutti uguali.

Massimo Blandini