Dopo GameStop parte la corsa delle crypto Doge e XRP

Dopo GameStop parte la corsa delle crypto Doge e XRP. In questi giorni infatti è balzato all’onore delle cronache il saliscendi in borsa di GameStop, azienda con circa 5mila negozi del mondo con in vendita consolle e videogame: un gruppo di giovani e piccoli investitori si è accordata per far salire il prezzo delle azioni di GameStop. Un’onda di piccoli acquisti partiti in particolare dal canale Reddit r/walltreetbets ha causato una reazione in borsa che ha reso ricchi o benestanti molti piccoli risparmiatori, ma soprattutto ha tirato una mazzata pesante ai grandi fondi che avevano scommesso sul crollo del titolo GameStop. In borsa infatti si può guadagnare bene anche scommettendo che un’azienda sarà sempre più in crisi. L’onda dei piccoli è andata in senso inverso, fino a coinvolgere anche alcuni investitori più grossi e condensando l’onda che ha sconvolto la borsa (ci sono fondi che hanno perso il 50 per centro del fatturato annuale). Ora dallo stesso giro di persone sta partendo un’altra idea: dopo GameStop parte la corsa delle crypto Doge e XRP. Sono due cryptomonete abbastanza nuove, con una struttura particolare. Ma i veri motivi per i quali la prossima onda sembra destinata a essere quella non saranno mai chiari fino in fondo: sembra una ricerca di monete non eccessivamente controllate da grandi investitori come il Bitcoin. E la corsa è partita: da ieri le due monete crescono con una media del 40%. Quindi chi investe 100 euro al mattino, può trovarsene 140 alla sera. Ma non è tutto oro quel che luccica: queste onde sono tanto alte quanto basse, dunque c’è comunque il rischio di comprare 100 euro che alla sera varranno 40 euro. Però il fatto di cronaca resta: dopo GameStop parte la corsa delle crypto Doge e XRP. Come andrà a finire questo rally ora che gli investitori si concentrano sulle crypto e non su una vera azienda come GameStop?