Municipio 6, Lega e FdI: “Faccia tosta Lamorgese al Giambellino”

Municipio 6, Lega e FdI: “Faccia tosta Lamorgese al Giambellino”. “Questo pomeriggio al Teatro Shalom, presso la Parrocchia di San Vito in Via Tito Vignoli 35 al Giambellino, il presidente di Municipio 6 Santo Minniti, quello dell’aperitivo con Zingaretti sui Navigli in periodo Covid , incontrerà insieme ai simpatizzanti del PD il Ministro Lamorgese per parlare con lei di Sicurezza nel Quartiere”.  Dichiarano così in merito all’incontro i consiglieri di opposizione di Lega e Fratelli d’Italia in Municipio 6. “Dopo 5 anni di assoluta latitanza, ora che si avvicinano le elezioni, al Giambellino arriva addirittura il Ministro della Repubblica Luciana Lamorgese, già prefetto di Milano. Solo il PD poteva avere la faccia tosta di organizzare un incontro simile. Per tutta la legislatura abbiamo chiesto commissioni che affrontassero i problemi legati alla criminalità, ed in risposta il massimo che abbiamo visto fare è stata una commissione all’anno per parlare di iniziative di aggregazione sociale come rimedio per disfarsi della delinquenza”. Commentano così i consiglieri di Municipio 6 di Fratelli d’Italia, Gaetano Bianchi, Stefania Carnevali e Antonella Buro l’iniziata del PD. Gli fanno eco i consiglieri della Lega Carlo Goldoni e Vito Piccolo “Non conoscono vergogna! Oggi al Municipio 6 parlano di sicurezza, mentre meno di qualche giorno fa hanno stanziato 40 mila euro per saltimbanchi e altre loro amenità utili, secondo loro, per affrontare il degrado al Giambellino”. Aggiunge Massimo Girtanner, ex presidente di Zona 6, membro dell’assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia: “Chissà se parleranno del problema nomadi, dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle case o delle continue discariche a cielo aperto. Probabilmente si limiteranno a parlare di tolleranza e integrazione, perché alla fine sono sempre gli onesti per loro a sbagliare”. Conclude, infine, il Capogruppo della Lega Piermario Sarina: “Una maggioranza alla frutta al punto da arrivare a scrivere in una delibera di Giunta che la colpa del degrado sarebbe di Aler e non di chi, per questi 5 anni, ha tollerato e giustificato di tutto. Ed ora pensano che portando il Ministro dell’Interno Lamorgese in visita in quartiere possa risolvere i problemi di sicurezza con un colpo di bacchetta magica. Semplicemente assurdo!”

https://web.comune.milano.it/albopretorio/AlboPretorioWeb/showdoc.aspx?procid=277113