M5S Lombardia: “Regione finanzia progetti fallimentari e non aziende per lo sviluppo”

M5S Lombardia: “Regione finanzia progetti fallimentari e non aziende per lo sviluppo”. Ieri la presidenza di AREXPO è stata audita dalla Commissione regionale Bilancio della Lombardia. “La società, a fronte di un fatturato di quasi 26 milioni euro, ha avuto una perdita di quasi 14 milioni di euro. La perdita è ascrivibile in modo pressoché totale al carico di interessi che ha inciso per oltre 12 milioni di euro. La società si è però fatta parte diligente per cercare di ristrutturare il debito di 210 milioni di euro mediante gara pubblica. Intesa San Paolo si è aggiudicato il finanziamento per un tasso del 3,4 per cento”, così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia. “Quello che più mi lascia allibito”, aggiunge il consigliere, “è che la Regione a differenza di quanto avvenuto con Pedemontana non ha prestato nessuna garanzia ad AREXPO per contenere i tassi e per rendere l’attività della partecipata più attrattiva per gli investitori. Non capisco perché non si debba garantire anche AREXPO in una misura corrispondente in modo che il debito possa avere un carico di interessi di molto inferiore. La Regione ha attenzioni solo per un progetto fallimentare come Pedemontana e ignora le altre società partecipate e progetti di sviluppo che possono avere anche un riscontro da parte del mercato come quelli di AREXPO. Bel modo di spendere i soldi dei lombardi. E in tutto questo ad essere contente sono soprattutto le banche. Bravo Fontana continua a fare gli interessi del partito del cemento e delle banche”.